a
Sorry, no posts matched your criteria.
Image Alt
 • Eventi  • Campagna di primavera: no agli allontanamenti facili

Campagna di primavera: no agli allontanamenti facili

 

In anni di lavoro abbiamo riportato a casa decine di bambini e ne stiamo riportando in famiglia sempre di più grazie a un lavoro sinergico e multidisciplinare. Ma purtroppo incontriamo molte difficoltà e resistenze dovute alla cultura prevalente degli allontanamenti facili in base a valutazioni soggettive di natura psichiatrica e psicologica che purtroppo permane in Trentino. Abbiamo dimostrato che si possono risolvere situazioni delicatissime e molto complesse senza il trauma dell’allontanamento dei bambini. Ma in Trentino ci sono ancora centinaia di bambini che soffrono lontani dalle loro famiglie. E purtroppo gli allontanamenti continuano…

Nei prossimi mesi terremo dei tavoli per informare la cittadinanza e raccogliere firme a favore di alcuni disegni di legge a tutela dei bambini. I tavoli saranno al sabato nelle seguenti date e postazioni:

19 aprile 2014 dalle ore 08.00 alle ore 19.00 – PASSAGGIO S. DORIGONI e i portici di VIA DEL SUFFRAGIO

10 maggio 2014 dalle ore 08.00 alle ore 19.00 – VIA S. PIETRO in prossimità della Chiesa

24 maggio 2014 dalle ore 08.00 alle ore 19.00 – LARGO G. CARDUCCI intersezione VIA DEL SIMONINO

07 giugno 2014 dalle ore 08.00 alle ore 19.00 – VIA ORIOLA intersezione VIA MALPAGA

Vi chiediamo aiuto per firmare le petizioni, essere presenti sui tavolini, distribuire volantini, invitare i vostri amici a firmare le petizioni, ecc.

Le firme servono. ANCHE GRAZIE ALLE FIRME RACCOLTE L’ANNO SCORSO, nel mese di dicembre del 2013, con Verbale di Deliberazione N. 196 Protocollo n. 110764/2013, Ordine del giorno avente ad oggetto: “Tutela della famiglia e dei minori secondo le previsioni di legge”, il Consiglio comunale di Trento ha impegnato il Sindaco e la Giunta a implementare quanto segue:
“Secondo quanto previsto dalla Legge n. 184 del 1983 (e sue modifiche, Legge n. 149 del 2001), attraverso un lavoro congiunto fra Comune e Provincia, nel rispetto delle relative competenze, proseguire nell’investimento sulle famiglie nell’ottica della prevenzione delle fragilità, implementando i servizi domiciliari specifici di supporto alle funzioni famigliari, le attività di promozione dell’affidamento e dell’accoglienza famigliare, la formazione continua di tutti gli attori ed operatori coinvolti nel processo di crescita dei minori e delle loro famiglie, riconoscendo pienamente le potenzialità e le risorse della famiglia stessa.”

Giornale online di notizie giuridiche e dintorni